Al via il Progetto GEA - Gestione Emergenza Abruzzo

Il 10 novembre a Palazzo Vidoni, alla presenza del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, il Presidente per la Regione Europa Sud Occidentale e Paesi Baltici JTI-Japan Tobacco International, Roberto Zanni, ha consegnato 1 milione di Euro al Presidente del Formez Carlo Flamment per sostenere il Progetto GEA (Gestione Emergenza Abruzzo).

Il 10 novembre a Palazzo Vidoni, alla presenza del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, il Presidente per la Regione Europa Sud Occidentale e Paesi Baltici JTI-Japan Tobacco International, Roberto Zanni, ha consegnato 1 milione di Euro al Presidente del Formez Carlo Flamment per sostenere il Progetto GEA (Gestione Emergenza Abruzzo).

Il progetto, coordinato dallo stesso Formez, realizzerà una serie di iniziative finalizzate a rispondere alle esigenze della popolazione e delle amministrazioni abruzzesi colpite dal terremoto.

La JTI Foundation, costituita nel 2001 dalla Japan Tabacco International, collabora con i Governi e le ONG, intervenendo sui soccorsi alle vittime di terremoti e altre catastrofi naturali e su progetti di sostegno alle popolazioni in condizioni di disagio.
In questo quadro, la JTI Foundation, per rafforzare le azioni intraprese dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Formez a favore dell’Abruzzo dopo il terremoto che lo ha duramente colpito, ha donato al Formez l’importo di 1.000.000 di euro da destinarsi al finanziamento del Progetto GEA - Gestione Emergenza Abruzzo. (per approfondimenti clicca qui)

Con il Progetto GEA, il Formez opera a favore del miglioramento della qualità della vita delle popolazioni terremotate, rafforzando l’operato della P.A. a favore della gestione dell’emergenza e accompagnando la ripresa del tessuto socio-economico abruzzese.
Le iniziative del Progetto GEA si concretizzano in quattro linee di azione:
 

  1. Linea 1- Informazione e assistenza alla popolazione

    Rendere ancora più efficiente il servizio di accompagnamento e assistenza alla popolazione abruzzese attualmente offerto attraverso il Contact Center di Linea Amica Abruzzo
  2. Linea 2 - Il processo di ricostruzione nella logica  del recupero e della prevenzione
    
Rafforzare il sistema di competenze dei comparti tecnico-istituzionali e non, stimolando maggiore attenzione sui temi dell’idoneità sismica delle costruzioni e dell’idoneità dei sistemi urbani che solo raramente sono stati temi di riflessione disciplinare nel nostro paese.
  3. Linea 3 - Avvio della ripresa e aiuto alla business continuity

    Adottare le modalità più opportune per la ripresa delle attività economiche 
  4. Linea 4 - Il GIS per il supporto ai processi decisionali nella fase della ricostruzione
    
Rendere trasparente l’operato della PA agli occhi dei cittadini, grazie all’utilizzo del sistema GIS capace di monitorare e informare in tempo reale sullo stato fisico e finanziario degli interventi strutturali.

Il Progetto GEA è stato presentato nel corso di una Conferenza Stampa che ha visto la partecipazione di numerosi giornalisti con una significativa copertura dell’evento.