Comperitività dei territori e sviluppo sostenibile. Uno studio francese

Si tratta di uno studio comparativo sullo sviluppo sostenibile in chiave competitiva per i territori.

Quali politiche di competitività dei territori europei nel campo dello sviluppo sostenibile. E’ il titolo di uno studio realizzato in Francia dalla fondazione Sophia-Antipolis e dal gabinetto del Consiglio Eurogroup per conto del  DIACT (Délégation interministérielle à l’aménagement et à la compétitivité des territoires).La ricerca analizza i modi in cui le amministrazioni pubbliche di sei paesi europei (Germania, Italia, Svezia, Polonia, Inghilterra e Ungheria) hanno guardato allo sviluppo sostenibile in un’ottica di competitività dei rispettivi territori.Per quanto riguarda i casi italiani è stato preso in considerazione il caso dei distretti industriali, ovviamente quelli nei quali è stata riscontrata una particolare attenzione sulle tematiche ambientali. In particolare sono stati analizzati tre cluster: L'Environment Park (Parco Scientifico e Tecnologico per l’ambiente) di Torino, Il Meta distretto della Bioedilizia di Treviso e l’AMRA (Analysis and Monitoring of Evironmental Risk) di Napoli.Visulizza la ricerca