Decentramento Sistemi formazione-lavoro

Finalità
Il progetto intende sostenere, attraverso modalità innovative ed efficaci, le
Amministrazioni regionali e provinciali nel processo che le vede coinvolte per
il decentramento dei sistemi della formazione e dell'istruzione e del loro
impatto sulle politiche del lavoro.
Le modalità individuate saranno sperimentate in almeno tre realtà regionali
nell'ambito dell'Obiettivo 1 e svilupperanno in particolare:
- La definizione dei nuovi assetti organizzativi e delle funzioni di indirizzo
e controllo dell'Amministrazione regionale: l'integrazione tra servizi
formativi e servizi per l'impiego prevede un processo programmatorio e
progettuale e un sistema unificato di controllo, monitoraggio e valutazione
delle azioni. Le strutture organizzative oggi presenti nelle Amministrazioni
non sono organizzate per far fronte efficacemente a tali funzioni e a tali
modalità di lavoro;
- La definizione organizzativa e l'adeguamento delle strutture provinciali che,
soprattutto nel settore per l'orientamento e la formazione, dovranno anche
sperimentare nuove forme di collaborazione con il sistema dell'istruzione e del
mercato del lavoro;
- L'identificazione di processi di qualificazione delle risorse umane
coinvolte, a livello regionale, nelle funzioni di indirizzo e, a livello
provinciale, deputate all'erogazione dei servizi decentrati sul territorio;
- Il supporto, nelle tre regioni oggetto di sperimentazione, alle
Amministrazioni regionali e provinciali per la definizione specifica nell'Ente
degli assetti organizzativi ottimali e una prima qualificazione delle risorse
coinvolte.
Azioni
PREPARAZIONE
A- Progettazione esecutiva e definizione del programma di attività
In questa fase sono comprese tutte le attività funzionali necessarie ad
organizzare l'intero ciclo di vita del progetto. In particolare si focalizzerà
l'attenzione sugli aspetti organizzativi e sull'identificazione delle
professionalità occorrenti per un corretto svolgimento dei vari momenti di
sviluppo del progetto.
B-Promozione delle attività presso le Regioni e le Province
In quest'ambito sono comprese tutte le attività che riguardano la
pubblicizzazione degli obiettivi del progetto e la rilevazione delle esigenze
interne delle varie regioni e province coinvolte.
REALIZZAZIONE
A-Analisi dello stato dell'arte presso le regioni e le province
In quest'ambito del progetto si procederà ad una analisi dei processi connessi
all'evoluzione delle funzioni da delegare o delegate.
In tal modo si identificheranno attività critiche e figure emergenti, le cui
competenze impattano sulla qualità della gestione dei processi scaturenti dai
progetti presi in esame.
Al fine di pervenire a delle schede sinottiche omogenee e confrontabili, da cui
si possano evincere le modalità di erogazione dei differenti servizi ed i punti
di forza e di debolezza connessi alle prassi osservate, l'ambito della ricerca
sarà caratterizzato dalle attività di seguito descritte.
B-Definizione dei percorsi per l'attuazione del decentramento
In tale ambito il Gruppo di coordinamento approfondirà, con gli assessori e
l'alta dirigenza delle regioni coinvolte, le tematiche sviluppate durante le
attività dell'ambito Preparazione, al fine di definire il modello più idoneo
alle politiche di conferimento e delega stabilite per ciascun territorio di
sperimentazione.
Cercando di evitare di cadere nella trappola del trasferimento puro e semplice
delle buone pratiche osservate in ambiti territoriali dove il processo di
delega è in uno stadio più avanzato, si cercherà di stimolare gli interlocutori
a ricercare delle soluzioni che coniughino coerentemente l'acquisizione delle
buone pratiche osservate con le realtà organizzative locali in modo da favorire
il buon esito delle attività proprie di quest'ambito.
Le modalità con le quali si intende attivare questo processo di sviluppo del
modello normativo sono basate anche su forme di simulazione di momenti di
concertazione tra differenti attori territoriali. Tali modalità saranno
proposte nell'ambito di workshop e project work.
C-Supporto al decentramento
In tale ambito il Gruppo di coordinamento coinvolgerà gli attori delle
amministrazioni coinvolte con azioni mirate ad illustrare le dinamiche
scaturenti dai modelli individuati per ciascuna regione ed a supportarli
nell'avviare il processo di cambiamento.
Il percorso prevede l'alternanza di momenti di informazione e confronto, basati
sull'organizzazione di seminari e workshop, con momenti di stimolo
all'apprendimento derivante dal fare, facilitato dalla presenza di consulenti
che affiancheranno i singoli attori nella messa in pratica di nuovi processi
derivanti dal modello di decentramento.
Durante le attività di affiancamento i consulenti coinvolti provvederanno alla
redazione di linee guida nelle quali saranno descritti i processi ed
identificate le attività critiche. Sulla base di tali descrizioni si provvederà
a definire i profili di competenza necessari a supportare il processo di
decentramento.
DIFFUSIONE DEI RISULTATI
Le attività di questo ambito sono mirate alla promozione capillare
dell'iniziativa, anche attraverso giornate di informazione/formazione, con
l'obiettivo di dare ampia risonanza al progetto, attraverso la condivisione di
documenti, esperienze e testimonianze.
Risultati
- Definizione delle linee generali dei modelli alternativi di decentramento
regionali;
- Realizzazione degli assetti organizzativi e produzione della documentazione a
supporto;
- Realizzazione di schemi logico-funzionali delle attività in coerenza con il
modello di decentramento proposto;
- Identificazione e descrizione dei profili professionali critici;
- Configurazione di azioni formative tipo per la professionalizzazione dei
profili professionali critici.

Data Inizio: 
15/09/2003
Data Fine: 
15/10/2005
Destinatari: 

Il progetto è rivolto a dirigenti e funzionari delle Regioni e delle Province
coinvolte

Ambito Territoriale: 
Fonte di finanziamento: 
PON ATAS ob.1
Settore: 
Formazione
Lingua: 
italiano
Responsabile Progetto: 
Unità organizzativa: 
Sede Napoli