Erasmus+. Bando azione chiave 3 "Progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione"

Scade il 19 marzo 2019 l'invito a presentare proposte EACEA/36/2018 , azione chiave 3 per il "sostegno alle riforme delle politiche - Iniziative per l’innovazione delle politiche e per progetti europei di cooperazione lungimiranti nei settori dell’istruzione e della formazione pubblicato nell'ambito del programma Erasmus+.

Il presente invito è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, serie C 454 del 17 dicembre 2018, e riguarda in particolare i progetti di cooperazione lungimiranti che sono progetti su larga scala volti a identificare, sperimentare, sviluppare o valutare approcci politici innovativi che abbiano il potenziale di essere integrati e di migliorare i sistemi di istruzione e formazione.

Dovrebbero fornire una conoscenza approfondita su gruppi destinatari, situazioni di apprendimento, insegnamento o formazione nonché efficaci metodologie e strumenti che contribuiscano all’elaborazione delle politiche; inoltre dovrebbero derivare conclusioni pertinenti per i responsabili politici nel settore dell’istruzione e della formazione a tutti i livelli.

I progetti di cooperazione lungimiranti dovrebbero pertanto essere guidati e attuati da attori rappresentativi di alto profilo con una comprovata eccellenza e conoscenze all’avanguardia, con la capacità di innovare o generare un impatto sistemico attraverso le loro attività e con il potenziale di condurre l’agenda politica nel settore dell’istruzione e della formazione.

 

Gli obiettivi generali del presente invito sono i seguenti:

  • promuovere l’innovazione nei campi dell’istruzione e della formazione attraverso la cooperazione europea a livello sia delle politiche sia della pratica;
  • potenziare gli attori chiave nello sviluppo e nell’integrazione dell’innovazione delle politiche.

Gli obiettivi specifici del presente invito sono i seguenti:

  • avviare modifiche a più lungo termine e sperimentare sul campo soluzioni innovative alle sfide nei settori dell’istruzione e della formazione, che possano essere integrate e generare un impatto sostenibile e sistemico sui sistemi d’istruzione e formazione;
  • sostenere la cooperazione transnazionale e l’apprendimento reciproco su tematiche lungimiranti tra attori chiave;
  • facilitare la raccolta e l’analisi di elementi di prova a sostegno di politiche e pratiche innovative.

Le proposte trasmesse nell’ambito del presente invito devono riguardare una delle sei priorità elencate di seguito:

  • acquisizione delle competenze di base da parte di adulti scarsamente qualificati;
  • progettazione e valutazione dell’efficacia della formazione continua per soddisfare il fabbisogno in termini di competenze presenti e future;
  • promozione di tecnologie innovative nel campo dell’orientamento professionale;
  • promozione di approcci innovativi e interdisciplinari all’insegnamento delle discipline STE(A)M nell’istruzione;
  • promozione dell’utilizzo di strumenti di autoriflessione per sostenere l’innovazione e il cambiamento sistemico negli istituti d’istruzione e di formazione;
  • istruzione superiore — raggiungimento degli obiettivi del piano d’azione per l’istruzione digitale (tra cui Open Science) e valutazione dei risultati di apprendimento a scopi comparativi tra istituti d’istruzione superiore.

Le proposte che non affrontano alcuna delle sei priorità dell’invito non saranno prese in considerazione.

 

Le candidature ammissibili provengono da organizzazioni pubbliche e private operanti nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù o in altri settori socio-economici, ovvero da organizzazioni che svolgono attività trasversali (ad esempio, centri di riconoscimento, camere di commercio, organizzazioni di settore, società civile e organizzazioni culturali, reti di portatori d’interesse, ONG, ministeri della pubblica istruzione, fornitori di formazione ecc.).

Sono ammissibili esclusivamente le domande di persone giuridiche aventi sede in uno dei seguenti paesi del programma:

  • gli Stati membri dell’Unione europea;
  • i paesi EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia;
  • i paesi candidati all’adesione all’UE: ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Turchia e Serbia.

Sono considerate ammissibili a ricevere il finanziamento solo le attività che si svolgono nei paesi del programma. Eventuali costi relativi alle attività svolte nei paesi partner o da organizzazioni non registrate nei paesi del programma non sono ammissibili a meno che siano necessari per il completamento del progetto e debitamente spiegati e giustificati nella modulo di candidatura. Qualsiasi modifica delle attività che coinvolge i paesi partner deve ottenere la previa autorizzazione specifica dall’Agenzia esecutiva.

 

La dotazione di bilancio totale disponibile per il cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è pari a 12.000.000 euro. Il contributo finanziario dell’UE non può superare il 75 % del totale dei costi ammissibili del progetto. La sovvenzione massima per progetto sarà di 500.000 euro.

Le domande devono essere presentate entro il 19 marzo 2019.

I documenti relativi al presente invito sono disponibili sul sito web dedicato: 

La domanda e i suoi allegati obbligatori devono essere trasmessi online attraverso i moduli elettronici indicati, disponibili alla seguente pagina web.

La guida per i candidati e il fascicolo della domanda sono disponibili al seguente indirizzo Internet.

Data : 
18 Dicembre, 2018
Data fine: 
19 Marzo, 2019