Interventi a Supporto dell’Attuazione delle Riforme della P.A.

Il progetto intende contribuire alla diffusione, nelle pubbliche amministrazioni regionali e locali del Mezzogiorno, dei principi di integrità, equità, efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa, sviluppando interventi mirati al miglioramento dei processi decisionali e gestionali e della qualità dell’informazione interna e interistituzionale, attraverso un sistema condiviso di gestione delle informazioni interno ed esterno, con particolare riferimento ai seguenti aspetti:

  • il rafforzamento del sistema dei controlli nelle pubbliche amministrazioni regionali e locali, in particolare di quelli successivi di regolarità amministrativa e contabile;
  • la diffusione di esperienze di spending review avviate e riconosciute che abbiano consentito effettivi risparmi di spesa, la razionalizzazione dei servizi o maggiori entrate nelle amministrazioni regionali e/o locali;
  • le diffusione di piani anticorruzione.

Le attività sono rivolte a amministratori, dirigenti e funzionari delle amministrazioni locali e regionali delle otto regioni del Mezzogiorno.
Le azioni di comunicazione e diffusione sono invece rivolte a Pubbliche Amministrazioni, Cittadini e imprese di tutte le regioni d’Italia.
L’iniziativa sviluppata dal Formez PA intende essere uno stimolo per alimentare tra le autonomie territoriali, gli enti locali e i cittadini un dibattito concreto sulle sfide che attendono le aree del Mezzogiorno e sulle soluzioni migliori per creare più crescita, più occupazione e più equità.
Il risultato atteso generale del progetto è l’accrescimento della accountability delle amministrazioni del Mezzogiorno, misurato attraverso la realizzazione di progetti concreti che rappresentino un miglioramento in termini di trasparenza, legalità, corretta gestione, efficienza, razionalizzazione dei costi.
Il progetto è articolato in tre linee di intervento. 
Linea 1. Auditing PA: trasparenza e legalità 
Con questa linea di intervento si intende coadiuvare le PA regionali e locali nell’attivazione di sistemi che, senza aumentare il peso degli oneri burocratici, siano orientati a promuovere la cultura della legalità e la trasparenza. Ci si concentrerà sui controlli di regolarità amministrativa e contabile, segnalati come criticità dalla Legge n. 213/2012. 
Sarà realizzata un’attività di ricerca finalizzata ad approfondire lo stato dell’arte sui controlli di regolarità amministrativa nelle PA delle regioni del Mezzogiorno e a individuare le condizioni per diffondere metodologie efficaci. 
Sarà introdotto un modello di auditing interno in almeno 8 amministrazioni; successivamente sarà realizzato un percorso formativo, da replicare in tutte le regioni interessate dall’intervento, per la sensibilizzazione al tema e la diffusione del modello.
Linea 2. Diffusione di best practice di spending review
Si propone di creare una banca dati dei casi di spending review attivati da PA italiane, da selezionare sulla base di una check list strutturata, che sarà messa a disposizione di tutte le PP.AA. per attività di diffusione e trasferimento spontanee. Si intende costituire e alimentare un social network dei professionisti pubblici della spending review che, attraverso lo scambio di materiali, newsletter, news, focus tematici, documentazione, informazioni su metodologie e tecniche, costruisca e diffonda percorsi di autoformazione.
Inoltre, un focus specifico riguarderà la valorizzazione del patrimonio pubblico dei Comuni. Si propone di coadiuvare le amministrazioni locali nell’azione di trasformazione delle aree PEEP e PIP concesse in diritto di superficie o in diritto di proprietà vincolata in proprietà piena, con lo scopo di garantire maggiori introiti ai Comuni. Allo scopo, sarà realizzato e diffuso tra le amministrazioni interessate un e-book che sintetizzi il processo da sviluppare e definisca una metodologia operativa di attuazione.
Linea 3. Ulteriori interventi per la prevenzione della corruzione nelle amministrazioni regionali e locali del Mezzogiorno
Con questa azione si intende accompagnare le PA del Mezzogiorno nel processo di attuazione della legge n. 190/2012 attraverso l’elaborazione di modelli, la formazione e l’assistenza tecnica alle Pubbliche Amministrazioni per la redazione di piani anticorruzione, la comunicazione ai cittadini e la diffusione della cultura della legalità.
L’attività, a carattere informativo e formativa, sarà orientata a sviluppare nelle amministrazioni conoscenze e competenze idonee a rendere più definito il quadro normativo, economico organizzativo e etico per prevenire la corruzione e per rendere operative le strategie anticorruzione definite nei piani specifici. L’insieme delle attività risponderà ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la conoscenza di base e specialistica sui temi e gli orientamenti più recenti per prevenire gli illeciti nei comportamenti dei funzionari pubblici;  
  • individuare nel contesto amministrativo i procedimenti a più alto rischio di corruzione;
  • delineare i principali impatti socio-economici della corruzione; 
  • promuovere la cultura dell’integrità e dell’etica pubblica con riferimento al contesto europeo e nazionale. 
Data Inizio: 
07/03/2013
Data Fine: 
31/12/2015
Destinatari: 

Provincia, Comune, Regione

Ambito Territoriale: 
Fonte di finanziamento: 
Fondi Nazionali
Settore: 
PP.AA.
Responsabile Progetto: 
Risorse coinvolte: 
Rita Pastore, Patrizia Schifano
Unità organizzativa: 
Area Comunicazione e Servizi al Cittadino