Leonardo-EU-forma. Ricognizione, standardizzazione e certificazione di percorsi formativi per formatori pubblici in Europa

Finalità
Il progetto intende elaborare linee guida comuni e condivise per la formazione
dei formatori per la PA, che captino le migliori tendenze in atto nei sistemi
di formazione pubblica in Europa. Le linee guida conteranno i criteri di base
per la standardizzazione delle competenze del formatore pubblico europeo e per
la definizione di percorsi formativi di base corrispondenti alle esigenze
formative rilevate durante il progetto. Saranno esplicitati, per ciascun
percorso formativo, obiettivi, metodologie, contenuti minimi, modalità di
esecuzione, sistemi di valutazione e certificazione. Le linee guida saranno
elaborate tenendo conto delle diverse popolazioni obiettivo: formatori junior,
formatori già operanti presso PA o scuole di formazione, project manager, e
altre individuate nel corso del progetto.

Saranno validate attraverso un test presso un panel di scuole, agenzie di
formazione ed enti pubblici, con l'obiettivo di verificare gli scostamenti tra
i profili professionali effettivamente posseduti dai formatori e gli standard
tracciati nelle linee guida. Saranno evidenziati gli eventuali gap esistenti ed
elaborate le strategie per il loro superamento.

I partner appronteranno un protocollo d'intesa che impegnerà le P.A. e le
scuole firmatarie ad adottare le metodologie individuate.
Azioni
La prima fase del progetto consisterà in una rilevazione e mappatura a livello
europeo dei percorsi formativi per formatori pubblici attuati nei vari Paesi,
attraverso un'indagine mirata presso i principali soggetti dell'offerta
formativa (scuole e agenzie pubbliche di formazione, università, centri privati
di alta formazione) e la creazione di un repertorio europeo di curriculum di
formatori operanti nel settore pubblico. A tal fine saranno integrate e
consolidate le banche dati già a disposizione del partenariato, a seguito di
progetti di recente attuazione (EuroTrainer, Sprint International, altri). La
mappatura sarà svolta sia attraverso desk-analysis sia attraverso interviste
dirette semi-strutturate, da condurre presso un campione significativo di
scuole ed enti pubblici europei, tale da consentire la comparabilità delle
informazioni raccolte.

Un gruppo tecnico di lavoro, costituito da rappresentanti di tutti i partner,
avrà il compito di elaborare i risultati della ricerca e pervenire ad una prima
proposta di standardizzazione delle qualifiche e dei percorsi formativi. Questa
sarà elaborata sia a distanza sia durante incontri di lavoro e sarà presentata
e discussa in occasione di un apposito workshop da svolgersi alla presenza dei
partner e con il massimo coinvolgimento degli enti e dei formatori che avranno
collaborato all'indagine.

Tali criteri saranno validati attraverso un test presso il medesimo campione
utilizzato in fase di indagine, con l'obiettivo di verificare gli scostamenti
tra i profili effettivamente posseduti e gli standard tracciati nelle linee
guida. Saranno evidenziati gli eventuali gap esistenti ed elaborate le
strategie per il loro superamento.

Le azioni di mainstreaming consisteranno nello svolgimento di almeno tre
seminari e workshop transnazionali, nella creazione di un sito web multilingue
(contenente informazioni di carattere generale sul progetto, una knowledge base
con le esperienze significative raccolte e le linee guida sui percorsi
formativi) e nella realizzazione di un CD-rom multilingue, da diffondere in
maniera capillare presso le PA e le scuole ed agenzie di formazione europee.
Risultati
L'impatto atteso a breve termine è il seguente:· per quanto riguarda i
gruppi destinatari: la ricognizione dei percorsi formativi, la creazione di un
repertorio di curriculum di formatori operanti nel settore pubblico su scala
europea e la fase di test (per verificare lo scostamento tra i profili
effettivamente posseduti dai formatori e gli standard tracciati) consentiranno
loro di conoscere lo "stato" del proprio profilo rispetto al profilo di
formatore pubblico "ideale" tratteggiato nelle linee guida e di poter ridurre
eventuali gap esistenti attraverso interventi mirati;· relativamente ai
settori di intervento (la formazione per la P.A.): la raccolta ed analisi dei
percorsi formativi per formatori pubblici in Europa (realizzata nell'ambito
delle ricerche progettuali) costituirà un'opportunità per il trasferimento
delle migliori esperienze e metodologie identificate;· sui potenziali
utilizzatori dei risultati del progetto (le scuole/istituti per la PA, i
servizi formazione delle PA): la conoscenza delle good practice presenti in
Europa e l'adozione delle linee guida porteranno ad una omogeneizzazione delle
competenze minime e ad un innalzamento delle stesse tramite l'adozione di
percorsi formativi mirati.I risultati finali del progetto saranno integrati nei
sistemi di formazione esistenti attraverso la sottoscrizione di un protocollo
d'intesa, che impegnerà tutti i soggetti firmatari (partner di progetto, altri
enti pubblici e scuole di alta formazione per la P.A.) all'adozione di percorsi
formativi per la formazione dei formatori pubblici in linea con gli standard
tracciati nelle linee guida, generando un impatto positivo anche oltre il
termine delle attività progettuali. In linea generale, sin dalla fase di
ricognizione delle buone pratiche, si tenterà di coinvolgere nel progetto
(attraverso visite in loco e la partecipazione ai seminari e workshop previsti)
amministrazioni e scuole di formazione aventi sede in vari Paesi europei e in
alcuni Paesi in via di adesione. A questo proposito, ogni partner avrà la
responsabilità di raccogliere dati ed esperienze relative ad un certo numero di
Paesi non inclusi nel partenariato (vedi Piano di Lavoro WP3-4).

Data Inizio: 
01/10/2005
Data Fine: 
31/03/2007
Destinatari: 

I destinatari principali del presente progetto sono i formatori per la P.A
operanti all'interno di enti e istituzioni pubbliche e/o presso scuole di
formazione pubbliche, centri privati di alta formazione, università e altri
organismi di formazione. La figura professionale a cui mira il presente
intervento è, più in particolare, non tanto quella del formatore-docente o del
tutor, quanto quella del formatore progettista, ossia colui che, operando
nell'ambito di organizzazioni pubbliche complesse, coordina le varie fasi di
analisi delle esigenze formative, pianificazione, promozione della formazione,
gestione delle attività, monitoraggio e valutazione delle stesse sia in itinere
sia ex post.

Ambito Territoriale: 
Fonte di finanziamento: 
altra convenzione
Settore: 
Formazione
Lingua: 
italiano
Responsabile Progetto: 
Unità organizzativa: 
Sviluppo dei servizi di formazione delle amministrazioni pubbliche