Progetto Driade - Corso Concorso per funzionari dell'Ente Foreste della Sardegna

Finalità
Il Progetto Driade - Corso Concorso per funzionari dell'Ente Foreste della
Sardegna (EFS) nasce nell'ambito di un ampio processo di rinnovamento
organizzativo dell'EFS che, anche tramite il supporto del Formez, ha definito
come prioritaria l'esigenza di rafforzare il proprio organico e di acquisire
nuove competenze al fine di ridisegnare un modello organizzativo più congruo ai
propri obiettivi aziendali.
La Direzione dell'Ente ha pertanto individuato nel Corso – concorso una
modalità efficace per selezionare, formare e reclutare le figure più idonee a
ricoprire il ruolo di funzionario richiesto dalle esigenze organizzative
dell'EFS.

L'obiettivo generale che si propone il Corso è quello di costruire, attraverso
lo strumento formativo, figure professionali adeguate al ruolo richiesto
dall'Ente Foreste che possano inserirsi con facilità nell'organizzazione ed
essere operative in tempi rapidi.
Partendo dal presupposto che le competenze specialistiche di base siano già
possedute dai partecipanti nei rispettivi ambiti disciplinari e che
quest'ultime siano già state oggetto di valutazione nella fase concorsuale
pre-selettiva, il Corso di formazione privilegia lo sviluppo delle competenze
trasversali necessarie a ricoprire il ruolo di funzionario pubblico e a
stimolare l'acquisizione di capacità e comportamenti organizzativi coerenti con
il contesto operativo in cui saranno inseriti.
Tuttavia, alcune competenze specialistiche caratteristiche dell'ambito
forestale, saranno comunque ampliate ed approfondite in un apposito modulo (che
sarà differenziato in base al proprio profilo) e attraverso le attività sul
campo e lo stage formativo.

Sotto il profilo teorico, il percorso di formazione del corso –concorso si
ispira all'approccio dell'empowerment vale a dire è stato strutturato in modo
tale da favorire un incremento costante, progressivo e consapevole delle
competenze dei partecipanti e, al contempo, una corrispondente crescita di
autonomia ed assunzione di responsabilità.
Attraverso diverse metodologie, il percorso cercherà di sviluppare il "senso
del potere personale" del singolo corsista (a partire dalla conoscenza di sé,
delle caratteristiche della figura in cui dovrà trasformarsi e dei mezzi per
attuare tale cambiamento), ma anche la sua capacità di leggere la realtà che lo
circonda e l'organizzazione in cui sarà inserito, individuando criticità e
problemi, ma anche soluzioni ed opportunità.
Grazie all'approccio dell'empowerment saranno quindi sviluppate le capacità di
comprensione dei fenomeni, di consapevolezza dei problemi, di percezione dei
limiti a fronte di rischi individuali e globali, di uso del principio di
attenzione nelle decisioni, di uso positivo dell'incertezza e della complessità.

Gli Obiettivi specifici sono:
Realizzare un percorso formativo efficace ed adeguato alla costruzione del
profilo atteso in sinergia con il più ampio processo di rafforzamento delle
competenze dell'Ente.
Potenziare le competenze professionali dei destinatari del corso sviluppando
conoscenze, capacità e comportamenti adeguati affinché possano operare fin dal
principio in modo ottimale, integrato e sinergico con le altre strutture
dell'Ente.
Valutare i partecipanti dell'attività formativa in modo equanime al fine di
selezionare concretamente le figure più idonee al ruolo richiesto ed alle
esigenze organizzative dell'Ente.
Azioni
Dato il numero di candidati al fine di preservare l'efficacia dell'attività
formativa, i partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi di lavoro
indicati, per comodità, come Corso A e Corso B. I due percorsi si svolgeranno
quasi parallelamente ma sono previsti alcuni momenti in plenaria durante i
quali i due gruppi saranno riuniti in un'unica aula al fine di favorire
l'integrazione fra i partecipanti. Saranno pertanto realizzate alcune giornate
comuni incentrate su temi di interesse generale che potranno anche essere
aperte ad alcuni partecipanti esterni al corso.
Saranno quattro i contesti entro i quali il percorso formativo si svilupperà:
1. aula (lezioni, lavoro di gruppo, studio individuale);
2. campo (momenti di confronto con la realtà organizzativa ed operativa
dell'Ente Foreste);
3. attività pratiche e laboratoriali (ricerche, sperimentazioni,
elaborazioni attraverso la realizzazione di un Project Work che sarà svolto da
ciascun corsista nell'ambito del proprio campo disciplinare specialistico);
4. stage (due settimane di lavoro in affiancamento presso un Ente Parco
Ente o un Ente omologo all'Ente Foreste della Sardegna).

La durata dell'attività è di 40 giornate per un totale di 280 ore di formazione
e prevede un impegno full time, sia la mattina che il pomeriggio, per 5 giorni
alla settimana benché siano stati programmati dei periodi di vacanza nonché
alcuni momenti di studio autogestito al fine di consentire la rielaborazione di
quanto appreso e la sistematizzazione dei materiali didattici forniti.

I contenuti del Corso –Concorso sono articolati in 10 moduli formativi
corrispondenti ad altrettante aree tematiche a loro volta declinate in diversi
argomenti:

1. Il ruolo della Pubblica Amministrazione nel governo del territorio
(COD. PA)
L'evoluzione della PA italiana, dal new public management alla governance.
Le logiche pubbliche e il quadro normativo generale.
Le logiche aziendali.
Programmazione, regolamentazione, funzionamento di una PA.
Ripartizione delle competenze nei diversi livelli di governo della PA.

2. La missione, l'attività e l'organizzazione dell'Ente Foreste: (COD.
EFS)
Storia delle foreste in Sardegna e degli enti sardi che hanno gestito il
patrimonio forestale.
Missione, struttura organizzativa, principali processi di lavoro, ruoli e
figure professionali presenti dell'EFS.
Le molteplici funzioni dell'EFS: potenzialità e criticità.

3. Quadro normativo e documenti di indirizzo in materia ambientale (COD.
AMB)
Quadro normativo di riferimento in materia ambientale.
Gli strumenti della VIA e della VAS: la valutazione di impatto ambientale e la
valutazione ambientale strategica.
Il contesto regionale sardo in una logica di sviluppo ambientale sostenibile.
Programmi regionali di valenza territoriale (PPR, PFAR, PSR, ecc).

4. I nuovi programmi comunitari (COD. UE)
La nuova programmazione 2007-2013.
Ambiente e risorse naturali nei fondi strutturali 2007-2013.

5. Cartografia tematica e GIS ICT e sistemi informativi per il
territorio:
I GIS.
Le cartografie tematiche.

6. ICT e sistemi informativi per il territorio:
Il knowledge management.
Il Sistema Informativo di EFS.

7. Il project management:
Il metodo del Project Cycle Management per progettare e gestire le relazioni
complesse.
La metodologia del project Cycle Management (PCM): principi, teorie e modelli.
Il progetto forestale.

8. La PA efficiente:
La gestione economica di un Ente pubblico: dal bilancio al controllo di
gestione.
La gestione economica dell' EFS: modalità e strumenti utilizzati.
Gestione delle risorse umane ed organizzazione: il benessere organizzativo e la
motivazione del personale.
L'individuo e l'organizzazione. Lo sviluppo del ruolo e delle competenze.

9. La comunicazione e i gruppi di lavoro:
Processi di negoziazione, concertazione, decisionali e partecipativi.
La comunicazione interpersonale, organizzativa e istituzionale.
Le comunità di pratiche, di apprendimento e professionali.

10. Informatica:
Modalità d'uso degli applicativi più diffusi: Word, Excel e Access.
Navigazione Internet.
Utilizzo posta elettronica.
Creazione pagine web.

Attività sul campo
Sono state programmate alcune giornate sul campo e visite presso le sedi
territoriali dell'Ente Foreste e di altri Enti che rappresentano degli
interlocutori rilevanti ai fini dell'attività dell'Ente. Ciascuna di queste
mira a sviluppare delle conoscenze specifiche sulla struttura e sul
funzionamento dell'Ente.
Le attività programmate sono le seguenti:
La burocrazia all'interno dell'EFS: organizzazione di un Servizio Territoriale
e di un Ufficio Amministrativo (Visite presso il Servizio Territoriale di
Oristano)
L'attività vivaistica: organizzazione e funzionamento di un vivaio (visita
presso il vivaio di Massama OR)
Struttura, organizzazione e funzionamento di un cantiere forestale (visita a
Monte Pisanu)
Struttura, organizzazione e funzionamento di un ufficio tecnico (Visita presso
il complesso forestale di Pantaleo)
Potenzialità, criticità e prospettive di sviluppo di un'attività innovativa: la
gestione di un'oasi faunistico (visita presso un'oasi gestita dall'EFS)
Il Centro Cartografico Regionale (Visita al Servizio Cartografico della RAS)
Uso di sistemi informativi per la programmazione territoriale e per la gestione
aziendale - le nuove potenzialità della tecnologia per l'informatica
individuale e l'office automation ( Visita al CRS4)

Giornate Integrative
Sono previste alcune giornate integrative incentrate su temi di interesse
generale che si svolgeranno in plenaria e potranno essere aperte alla
partecipazione di soggetti esterni in un'ottica di integrazione e scambio con
la realtà istituzionale ed operativa dell'Ente e al fine di evitare che il
corso diventi un'entità chiusa ed autoreferenziata.
Le tematiche individuate (a cui potranno eventualmente aggiungersi anche altri
temi di interesse) sono:
I processi decisionali
Il bilancio sociale
I Progetti specifici dell'Ente Foreste (testimonianze)

Project Work
E' previsto lo svolgimento di un Project Work da parte di ciascun corsista. Lo
scopo è quello di impegnare il partecipante in una attività operativa definita
da obiettivi, contenuti e tempi precisi. L'attività oggetto del Project Work
sarà specifica per ciascun partecipante e verrà stabilita in base al all'ambito
disciplinare di appartenenza e progettata da un docente esperto nella materia
specialistica di riferimento.
Gli obiettivi dell'attività saranno commisurati alle competenze sviluppate dal
partecipante e alla durata effettiva assegnata per lo svolgimento del compito
assegnato, sia pur con una soglia di complessità che renda il Project Work non
una semplice esercitazione, ma un reale momento formativo.
L'attività si concretizzerà nella produzione di un prodotto/documento che
descriverà l'intero processo realizzato, le metodologie di ricerca e di
progettazione scelte, le tecniche e gli strumenti utilizzati (modelli
informatici, griglie di intervista, strumenti di valutazione, ecc.) ed il ruolo
svolto da eventuali soggetti coinvolti ai fini della realizzazione del Project
Work.

Stage
Nella parte finale dell'intervento formativo si prevede di realizzare
un'attività di stage di 2 settimane presso un Ente Parco italiano o presso
altri Enti che si occupano di gestione forestale.
Ciascun corsista svolgerà un'attività lavorativa in base ad un progetto di
stage incentrato su temi attinenti al proprio campo disciplinare e sarà
affiancato da un tutor che avrà il compito di facilitare il raggiungimento
degli obiettivi di stage nei tempi e nelle modalità previste e di valutare
l'attività del partecipante..

Valutazione
In virtù delle caratteristiche peculiari del corso – concorso, il Progetto
Driade riserva una particolare attenzione all'attività di valutazione.
E' stato, pertanto, progettato un sistema di valutazione che prende in esame
una molteplicità di indicatori al fine di produrre un modello valutativo
equilibrato, capace di soppesare tutti gli aspetti che caratterizzano (o
dovrebbero caratterizzare) il profilo ideale richiesto e di selezionare coloro
che possiedono le competenze più idonee per ricoprire al meglio il ruolo di
funzionario pubblico dell'Ente Foreste della Sardegna.
Le modalità di valutazione saranno comunicate ai corsisti durante le prime
giornate di corso durante le quali ai partecipanti sarà, inoltre, consegnato un
regolamento ed uno specifico documento che illustrerà nel dettaglio il sistema
di valutazione.
Sono previsti diversi momenti di valutazione e monitoraggio lungo tutto l'arco
del percorso di formazione ed in particolare:
· test per la valutazione dell'apprendimento delle conoscenze (nella
fase iniziale, intermedia e finale dell'attività);
· valutazione di elementi oggettivi quali l'assiduità nella frequenza e
l'impegno dimostrato (si terrà conto di assenze, ritardi, permessi);
· schede di osservazione per la valutazione della motivazione, delle
capacità individuali e dell'attitudine al ruolo;
· valutazione dell'elaborato del project work;
· valutazione dello stage;
· autovalutazione.
Tutti gli indicatori concorreranno all'attribuzione del punteggio finale di
idoneità che darà origine ad una graduatoria finale del corso che sarà resa
pubblica attraverso i canali di comunicazione appropriati.
Tutti i risultati delle prove di valutazione saranno riportati in un'apposita
scheda individuale di valutazione compilato dal Formez per ciascun corsista.
Tale documento sarà fornito alle Commissioni di valutazione, individuate
dall'Ente Foreste già nella fase di pre – selezione, che potranno utilizzarlo
nella fase di valutazione finale.
Risultati
Il Progetto Driade mira a realizzare un intervento formativo finalizzato al
potenziamento di competenze dell'EFS e, pertanto, i risultati attesi sono
incentrati soprattutto sullo sviluppo di competenze adeguate nei destinatari
del corso di formazione fra i quali saranno selezionati 41 funzionari da
inserire in tempi brevi nell'organico dell'Ente.
Il risultato finale auspicato è che questo gruppo di funzionari, adeguatamente
formati nell'ambito del presente progetto, pur operando in profili
professionali diversi, possa creare all'interno dell'Ente un clima favorevole
alle innovazioni che saranno introdotte nei prossimi anni.
Nell'arco dei 4 mesi di vita del progetto ci si attende di raggiungere,
pertanto, i seguenti risultati nei rispettivi ambiti di attività:

Progettazione
·Progettazione di un percorso formativo che sviluppi in modo armonico tutte le
competenze caratterizzanti il ruolo atteso in termini di conoscenze, capacità e
comportamenti;
·Progettazione di un sistema di valutazione efficace capace di esaminare in
modo equilibrato tutti gli elementi che concorrono a formare il profilo
richiesto;

Realizzazione dell'attività formativa

·Acquisizione e consolidamento delle competenze trasversali e specialistiche da
parte dei destinatari del corso;
·Sviluppo dell'attitudine al ruolo, del senso di appartenenza all'Ente e del
senso di responsabilità di un ruolo pubblico dei partecipanti;
·Creazione di un gruppo coeso che possa operare in modo integrato all'interno
dell'Ente e favorire la costruzione di un clima favorevole all'innovazione ed
alla crescita organizzativa.

Valutazione didattica

·Valutazione dei partecipanti e attribuzione del punteggio di idoneità al ruolo;
·Predisposizione 60 report individuali di valutazione con l'indicazione dei
risultati ottenuti da ciascun corsista in ogni ambito valutativo;
·Stesura della graduatoria degli idonei.

Data Inizio: 
26/02/2007
Data Fine: 
26/06/2007
Destinatari: 

I destinatari del corso sono 60 laureati con differenti ambiti disciplinari di
specializzazione: Scienze Forestali, Scienze Agrarie, Scienze Biologiche,
Scienze Naturali, Scienze Ambientali, Ingegneria, Giurisprudenza, Economia,
Informatica e Veterinaria.

Ambito Territoriale: 
Fonte di finanziamento: 
altra convenzione
Settore: 
Formazione
Lingua: 
italiano
Responsabile Progetto: 
Risorse coinvolte: 
Gianni Agnesa
Unità organizzativa: 
Reclutamento e formazione per l'accesso alle Amministrazioni Pubbliche
AllegatoDimensione
File logo DRIADE.bmp720.6 KB