Reti degli Sportelli per lo Sviluppo

Finalità
Il progetto "Reti degli sportelli per lo sviluppo" è un progetto promosso dal
Dipartimento della Funzione Pubblica in collaborazione con il Formez che mira
a rafforzare la dimensione verticale e orizzontale della
cooperazione/collaborazione dei diversi attori istituzionali locali impegnati
nelle politiche di sviluppo e competitività dei territori del Mezzogiorno,
sviluppando un sistema di competenze e conoscenze a rete.

PREMESSA
La coesione, la crescita e la competitività di un territorio passa attraverso
la creazione di condizioni favorevoli alla nascita di nuove imprese,
all'attrazione di investimenti, alla creazione di nuova e migliore occupazione
e al consolidamento del tessuto economico locale. Si tratta di un tema centrale
sia della politica di coesione europea sia delle politiche nazionali che va di
pari passo con il rafforzamento della capacity building delle amministrazioni
del Mezzogiorno e degli attori pubblico-privati che erogano servizi a cittadini
e imprese. Le nuove politiche di sviluppo regionale necessitano, inoltre,
sempre più di un pieno coinvolgimento del partenariato istituzionale ed
economico sociale nell'individuazione dei fabbisogni del territorio, nella
scelta delle metodologie e degli strumenti, nell'elaborazione e attuazione
delle politiche di sviluppo atte a soddisfarli. Grazie alla possibilità degli
Enti locali di attivare un meccanismo di multilevel governance, la
responsabilità per la crescita di un territorio può essere condivisa tra più
attori, ognuno dei quali, con le proprie competenze e prerogative, può offrire
un valido supporto alla realizzazione di un'efficace ed efficiente strategia di
sviluppo locale.
Il progetto "Reti degli Sportelli per lo Sviluppo" intende rispondere
concretamente all'esigenza di supporto delle Amministrazioni regionali e locali
nella promozione dello sviluppo dei rispettivi territori attraverso la
realizzazione di azioni in grado di mettere a sistema ruoli, funzioni e
competenze degli attori regionali e locali impegnati in azioni per lo sviluppo
e la competitività territoriale. Il progetto intende, inoltre, valorizzare il
patrimonio conoscitivo ed esperienziale di tali attori funzionale al
miglioramento della competitività dei sistemi produttivi e dell'occupazione.
Finanziato nell'ambito del programma di "Empowerment delle Amministrazioni
Pubbliche del Mezzogiorno" del Dipartimento della Funzione Pubblica (UFPPA), il
progetto riprende le indicazioni formulate dalla Commissione Europea
nell'ambito dell'obiettivo "Convergenza" che indica, tra gli obiettivi
prioritari delle regioni in ritardo di sviluppo, il miglioramento della qualità
della partnership fra tutti gli stakeholders, inclusi quelli di livello
regionale e locale, nella programmazione ed implementazione dei programmi.

OBIETTIVI
Accrescere e rafforzare la competitività delle Regioni Ob. 1, Abruzzo e Molise
attraverso la messa a sistema delle Organizzazioni locali per lo sviluppo che
operano nei suddetti territori e il rafforzamento di un sistema a rete di
competenze e conoscenze necessarie a supportare la progettualità territoriale e
valorizzare il ruolo dei diversi attori istituzionali locali impegnati nelle
politiche di sviluppo locale.
In particolare, si mira a valorizzare il ruolo degli attori locali impegnati
nello sviluppo locale relativamente a due aspetti:
• la governance dello sviluppo e della competitività territoriale;
• i servizi e gli strumenti per la competitività – attrazione di investimenti,
marketing territoriale, promozione di marchi, produzioni tipiche o di
particolari filiere produttive.

Obiettivi specifici del progetto sono:
- conoscere e mettere a sistema il vasto panorama di attori impegnati in azioni
per lo sviluppo (p. es. programmazione) e che svolgono funzione di "Sportello
per lo sviluppo" (promozione territoriale) - ruoli, funzioni e competenze -
finalizzando tale azione al miglioramento della governance per lo sviluppo, al
miglioramento della progettualità territoriale, al marketing territoriale;
- strutturare la conoscenza, per poter meglio comunicare ai potenziali
investitori le opportunità di localizzazione, nonché le condizioni ambientali a
corollario di tali opportunità, atte ad attrarre investimenti ed alla creazione
di innovazione d'impresa, attraverso attività di rete (scambio di esperienze,
benchmarking, visite-studio, etc.);
- individuare modelli di partecipazione competitiva di tali attori alle
politiche di sviluppo regionali e locali;
- sviluppare le competenze di tali attori relativamente al ruolo giocato sul
contesto territoriale (p.es. capacità di lettura del territorio, di
programmazione, soft skills manageriali, project management, comunicazione).

Il modello di azione del progetto fa riferimento ad un insieme di interventi
integrati "di sistema" realizzati e condivisi dal Formez con le Regioni
interessate dall'intervento. Si tratta di attività finalizzate alla
predisposizione di strumenti operativi, nonché alla realizzazione di attività
di supporto tecnico e assistenza specialistica alle Amministrazioni coinvolte
nel progetto finalizzate alla messa in rete di attori impegnati in azioni per
lo sviluppo.
Azioni
Il progetto si suddivide in quattro ambiti di intervento suddivise a loro volta
in sub-ambiti:
 Sistematizzazione delle informazioni e dei dati sulle competenze e
l'operatività degli attori operanti sul territorio delle singole Regioni:
- realizzazione Osservatorio delle organizzazioni per lo sviluppo nazionali ed
alcuni esempi di organizzazioni estere;
- lettura trasversale dei dati dell'Osservatorio.
 Promozione di reti regionali e sovraregionali funzionali all'accompagnamento
di progetti complessi e condivisi da più Regioni:
- Animazione della community delle organizzazioni per lo sviluppo attraverso
attività di assistenza/consulenza, focus group/workshop e scambio di esperienze;
- Analisi del posizionamento del portale www.investinsud.it, definizione del
nuovo piano editoriale e dei nuovi servizi offerti e nuova proposta di
architettura del portale;
- Animazione della community di interesse del portale InvestinSud attraverso
l'aggiornamento del portale, la realizzazione di focus group ed interviste ad
agenzie di promozione straniere e associazioni imprenditoriali nazionali per
analizzare le esigenze della domanda e alle amministrazioni nazionali per
analizzare le esigenze dell'offerta;
- Redazione di dossier tematici;
- Attivazione di un Forum delle Autonomie Locali su politiche, servizi e
strumenti per la competitività del Sistema Paese.
 Individuazione di modelli di partecipazione degli attori regionali e locali
alle politiche di sviluppo:
- Lettura trasversale dei DSR con particolare enfasi sul ruolo delle
Organizzazioni per lo sviluppo nella nuova programmazione 2007-2013;
- Analisi delle esigenze delle Regioni e definizione di modelli di
partecipazione degli attori regionali e locali impegnati in azioni per lo
sviluppo, alla luce delle nuove linee dettate dalla programmazione 2007/13;
- Azione di supporto alle Regioni sui sistemi di accreditamento delle
organizzazioni per lo sviluppo locale;
- Studio di modelli operativi e organizzativi tra Amministrazioni regionali ed
agenzie regionali pubbliche e parapubbliche di sviluppo locale.
Affiancamento alle agenzie per lo sviluppo di competenze coerenti con gli
obiettivi della policy:
- Analisi delle competenze degli attori impegnati in azioni di sviluppo locale;
- Progettazione, produzione ed erogazione di percorsi di formazione/assistenza;
- Realizzazione di visite studio.
Risultati
Attraverso il miglioramento delle capacità collaborative tra Regioni,
Amministrazioni locali e organizzazioni per sviluppo, si prevede di facilitare
la cooperazione e la collaborazione interistituzionale locale, per migliorare i
processi di sviluppo del territorio e realizzare un'offerta di servizi adeguata
alle aspettative delle imprese.
A tal fine, le azioni intraprese intendono rafforzare il ruolo di "motore della
concertazione" delle organizzazioni per lo sviluppo, facilitatori del dialogo
tra i vari livelli istituzionali, talent scout di risorse nascoste o
scarsamente utilizzate, attuatori di interventi di sviluppo, nonché migliorare
il grado di fiducia nelle istituzioni locali da parte del tessuto
imprenditoriale, valicando il gap di visibilità che ha sovente frenato i
processi di attrazione di nuove imprese sui territori, soprattutto nelle
regioni delle aree depresse, obiettivo dell'intervento.
L'attuazione delle azioni in tali contesti rappresenterà l'occasione per
valutare il possibile raggiungimento dei seguenti risultati:

identificazione delle premesse normative, organizzative e funzionali
necessarie per un più efficace coinvolgimento di attori impegnati in azioni di
sviluppo per l'accrescimento della competitività dei territori in cui operano e
mappatura dei soggetti attualmente esistenti ed operanti nelle Regioni oggetto
dell'intervento;

consolidamento dei rapporti cooperativi tra gli enti e tra i diversi livelli
di governo locale. Si prevede così di supportare le Amministrazioni in un
processo di autovalutazione delle modalità più efficaci per realizzare il
coordinamento tra funzioni e servizi verticali. Inoltre, si intende facilitare
la cooperazione e la collaborazione interistituzionale locale, per migliorare i
processi di sviluppo del territorio e realizzare un'offerta di servizi adeguata
alle aspettative delle imprese, attraverso lo sviluppo di una community di
interesse sul tema;

definizione di requisiti tecnici, amministrativi e gestionali che definiscano
gli attori per lo sviluppo quali partners delle amministrazioni regionali e
locali nell'attuazione delle politiche di sviluppo programmate;

miglioramento delle competenze degli attori impegnati in azioni di
programmazione e/o gestione di iniziative di sviluppo locale. Gli interventi di
formazione e consulenza saranno mirati e finalizzati a fornire strumenti e
metodologie adeguate per pianificare quelle azioni più opportune per una più
efficiente ed efficace interazione con gli altri attori e l'utenza (in primis
le imprese).

Data Inizio: 
07/07/2005
Data Fine: 
31/10/2007
Destinatari: 

I destinatari finali degli interventi sono le Amministrazioni delle Regioni del
Mezzogiorno oltre Abruzzo e Molise e gli attori locali impegnati in azioni per
lo sviluppo e la competitività territoriale (Organizzazioni locali per lo
sviluppo come Patti, GAL, uffici PIT, consorzi, società miste pubblico-private,
etc.).

Ambito Territoriale: 
Fonte di finanziamento: 
Empowerment
Settore: 
Sviluppo locale
Lingua: 
italiano
Responsabile Progetto: 
Risorse coinvolte: 
Federica Bozza
Unità organizzativa: 
Strumenti e servizi per la competitività