SNAI caso studio per i cubani: una delegazione in Italia

Rappresentanti istituzionali del governo di Cuba in visita nelle aree Appennino reggiano e Basso Sangro Trigno

 
 
 
Le politiche per frenare lo spopolamento e rafforzare la coesione economica e sociale della Strategia nazionale aree interne (SNAI) oggetto di studio e confronto di una delegazione del governo di Cuba nell’ambito dell’iniziativa per la valorizzazione dei territori decentrati dell’isola soprattutto non costieri, PADIT (Piattaforma articolata per lo sviluppo integrale territoriale). Il gruppo cubano, composto da sindaci, dirigenti ministeriali, professori universitari e rappresentanti della cooperazione visiterà alcune aree SNAI impegnate nell’ attuazione gli interventi delle rispettive strategie.  Presenti anche rappresentanti dell’ONU. Il tour studio è finalizzato a conoscere le politiche di coesione territoriale e di governance locale delle zone marginali anche nel contesto del processo di decentramento amministrativo.
 
 lI 13 gennaio al ministero per il Sud e la Coesione territoriale un primo confronto sulle aree interne e sulle politiche dei rispettivi paesi per poi passare allo studio direttamente sul campo, dal 15 al 17 gennaio, nell’Appennino reggiano e dal 20 al 21 nel Basso Sangro Trigno, due aree che hanno già avviati, e in alcuni casi concluso, molti degli interventi previsti incentrati sulla valorizzazione dei patrimoni culturali e ambientali locali. Agli ospiti verrà presentata la strategia elaborata per il rilancio del territorio anche attraverso l’esperienza dei progetti più significativi realizzati.