Vallo di Diano 2036: “Immaginare il futuro”

I Laboratorio di partecipazione rivolto agli studenti del Vallo di Diano

Il laboratorio “Immaginare il futuro” si è svolto il 16 dicembre 2016 presso l’ITIS Gatta di Sala Consilina con l’obiettivo di coinvolgere gli studenti delle classi quarta e quinta secondarie del Vallo di Diano nella progettazione dello sviluppo del proprio territorio contribuendo alla definizione della Strategia d’area. Vallo di Diano è  la seconda area progetto campana  tra le quattro scelte per la sperimentazione della Strategia Nazionale Aree interne (SNAI).  Gli studenti sono stati invitati in un primo momento, nella sessione chiamata “visioni” a immaginare il Vallo di Diano nel 2036 e successivamente a elaborare, nella sessione “idee”, proposte articolate su diverse tematiche quali cultura, ambiente, turismo e agricoltura. Innovativo anche il metodo di conduzione del laboratorio attraverso la metodologia EASW (European Awareness Scenario Workshop) finalizzata al raggiungimento di una proposta condivisa tra tutti partecipanti. L’iniziativa è stata organizzata dalla Comunità Montana in collaborazione con la Regione Campania e Formez PA .

 

l territorio del Vallo di Diano è interessato da un importante processo di sviluppo, in quanto è uno dei quattro territori selezionati dalla Regione Campania per l’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne.  La finalità ultima della strategia per le aree interne è quella di invertire il trend demografico in corso su alcuni territori, contrastare lo spopolamento e quindi creare le condizioni perché, i ragazzi, possano decidere di continuare a vivere sul proprio territorio. A tal fine è stato programmato un laboratorio di partecipazione per la costruzione della Strategia, rivolto ai rappresentanti di classe o loro delegati delle classi IV e V delle scuole secondarie del Vallo di Diano. Il laboratorio “Immaginare il Futuro” si è tenuto il 16 dicembre 2016 presso l’Istituto Tecnico Industriale G. Gatto di Sala Consilina ed ha avuto l’obiettivo di conoscere la Vision futura del proprio territorio, desiderata dagli studenti del Vallo, rendendoli così soggetti attivi nella definizione della Strategia d’Area.  Il laboratorio è stato realizzato con l’utilizzo della metodologia EASW. L’European Awareness Scenario Workshop (EASW) è una metodologia di discussione messa a punto dalla Commissione Europea, che ne ha già sperimentato con successo l’applicazione in diversi campi e in più contesti territoriali. L’ EASW serve a stimolare la partecipazione democratica nelle scelte legate al miglioramento delle condizioni di vita di una comunità locale. Consente ai partecipanti di scambiarsi informazioni, discutere i temi ed i processi che governano lo sviluppo locale ed il suo impatto sull'ambiente naturale e sociale, stimolando la capacità di identificare e pianificare possibili soluzioni ai problemi esistenti. Un EASW è costruito su due attività principali: lo sviluppo di visioni e la proposta di idee. Nello sviluppo di visioni i partecipanti sono invitati a proiettarsi nel futuro per immaginare, in relazione ai temi della discussione, quale scenario futuro essi ritengono auspicabile. Attraverso una serie di fasi di lavoro essi elaborano e condividono una visione comune. Nella proposta di idee i partecipanti sono chiamati a proporre idee che possano contribuire a realizzare la visione comune. Nel far ciò i partecipanti devono indicare come i singoli aspetti della visione comune possano essere realizzati e chi dovrà assumersi la responsabilità della loro realizzazione. Al Laboratorio “Immaginare il Futuro” hanno partecipato circa 80 studenti e circa 20 docenti, questi ultimi con il ruolo di “referenti per il coinvolgimento degli studenti nel processo di costruzione della strategia d’area”.   Gli studenti delle classi IV e V appartenevano ai seguenti istituti: Liceo Classico “M.T. Cicerone” di Sala Consilina, Liceo Scientifico Statale di Padula, IPSASR (agricoltura) “M. T. Cicerone” di Sala Consilina, Istituto di Istruzione Superiore - ITE "A. Sacco" Sant'Arsenio, Istituto d'Istruzione Superiore "Pomponio Leto" di Teggiano - IPSEOA "A. Sacco" Sant'Arsenio, CAT (ex Istituto Geometri), ITIS (Sezione Elettrotecnica e Telecomunicazioni), IPSIA  “M.T. Cicerone” di Sala Consilina e Istituto Tecnico per il Turismo di Montesano sulla Marcellana. 
Il programma della giornata è stato articolato in tre sessioni principali:
·        introduzione e contestualizzazione dei lavori, con una breve presentazione delle finalità della Strategia Aree Interne e della metodologia di lavoro (EASW).
·        sviluppo di visioni, in cui gli studenti, suddivisi in 4 gruppi di lavoro hanno lavorato su quattro temi: Ambiente, Cultura, Ruralità, Turismo.  A partire dalle seguenti domande: Come vorreste il Vallo di Diano tra 20 anni? Come dovrebbe essere perché voi ci restiate? Che idee avete per lo sviluppo sostenibile del Vallo? gli studenti hanno sviluppato le loro proiezioni, in positivo, sul Vallo di Diano nel 2036, per arrivare a definire una visione comune. Gli scenari dei quattro gruppi sono stati poi presentati, attraverso un portavoce per ciascun gruppo, in una seduta plenaria, durante la quale sono stati individuati gli elementi condivisi trasversalmente da tutti i gruppi, e che hanno costituito i tasselli di una visione comune generale.  
·        sviluppo di idee, in cui gli studenti, sempre divisi in 4 gruppi di lavoro hanno elaborato le loro proposte per concretizzare gli obiettivi individuati nella visione comune, avendo cura di specificare il contenuto dell’idea e la modalità di realizzazione. Le idee emerse da ciascuno dei quattro gruppi, sono state successivamente presentate, da un portavoce per ogni gruppo, nella plenaria finale. 
 

Contatti
Regione: 
Campania
Programma di riferimento: 
POR FSE Campania 2014-2020
Argomento: 
AllegatoDimensione
report-dei-risultati.pdf3.32 MB