Al via fondi per la messa in sicurezza antisismica e idrogeologica

I contributi potranno essere richiesti dai comuni compresi nelle zone sismiche 1 e 2, molti dei quali ubicati in aree interne

Ce ne sono molti di aree interne nel lungo elenco di comuni destinatari di contributi per spese di miglioramento e adeguamento antisismico di immobili pubblici e per la messa in sicurezza del territorio dal dissesto idrogeologico.  La lista è stata diffusa dal Ministero dell’Interno che ha messo a disposizione un fondo di 55 milioni di euro per gli anni 2018 e 2019 riservato ai comuni ricompresi nelle zone a rischio sismico 1 e 2.  La richiesta potrà essere inviata esclusivamente con modalità telematica dal 14 maggio al 15 giugno attraverso il modello approvato con decreto del 27 aprile 2018 e pubblicato sulla Gazzetta numero 104 del 7 maggio scorso. Le spese ammissibili sono quelle per la progettazione definitiva ed esecutiva degli interventi.
Comunicato del Ministero dell’Interno
Elenco dei comuni