Supporto all’operatività della riforma in materia di semplificazione

Obiettivo generale del progetto è il rafforzamento della capacità amministrativa necessaria a tutti i livelli di governo sia per realizzare e monitorare le azioni previste (o che saranno incluse) dall’Agenda per la semplificazione 2015-2017, sia per assicurare la concreta attuazione degli interventi di semplificazione previsti dalla legge 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” e i relativi decreti attuativi.

Obiettivi specifici sono il rafforzamento delle capacità amministrative di:
- realizzare e rendere operativi gli interventi di semplificazione
- ridurre tempi e costi delle procedure relative all’attività d’impresa
- monitorare e verificare l’attuazione degli interventi di semplificazione

Il progetto è articolato nelle seguenti macroattività:
1) Preparazione
2) Direzione/Coordinamento
3) Realizzazione
All’interno di questa macroattività saranno realizzate azioni di sistema rivolte a tutto il territorio nazionale riconducibili a quelle di seguito indicate.

Iniziative di promozione, informazione e divulgazione
Tali iniziative fanno riferimento a due principali attività, entrambe finalizzate alla ricognizione dei problemi attuativi degli interventi di semplificazione e alla attivazione e diffusione di strumenti di base per la risoluzione degli stessi.
All’interno del Progetto, a valle dei “Road show” della riforma effettuati all’interno del Progetto 1 (“Delivery Unit nazionale”), saranno:
>realizzati incontri di approfondimento sulle criticità riscontrate nell’avvio e nella messa a regime degli interventi di semplificazione. Gli incontri di approfondimento verteranno in particolare sulla SCIA e sulla Conferenza di servizi, istituti recentemente riformati, e  costituiranno anche l’occasione per far emergere eventuali criticità relative a specificità territoriali normative e amministrative;
>diffuse le linee guida elaborate all’interno del Progetto 1 (“Delivery Unit nazionale”), strumenti importante per rispondere ad alcuni problemi interpretativi e attuativi.

Sviluppo di competenze per l’attuazione degli interventi di riforma e di semplificazione
Tale attività prevede, in particolare:
> la progettazione e la realizzazione di sistemi di formazione a distanza e di webinar, prioritariamente focalizzati sullo sviluppo di competenze inerenti all’attuazione della SCIA e della Conferenza di servizi e rivolti, in particolare:
- al personale a vario titolo coinvolto nelle conferenze di servizi;
- al personale degli sportelli SUAP e dei SUE;
- alle imprese e loro associazioni;
- agli ordini professionali.
Le attività di formazione a distanza e i webinar in materia saranno rivolte ad almeno 5.000 funzionari e dirigenti. Quanto alle modalità di erogazione della formazione a distanza, il modello di riferimento è costituito dai corsi in apprendimento autonomo sulle competenze digitali realizzati da FormezPA nel 2016, integrato con altre modalità di formazione a distanza che consistono in cicli di webinar. I materiali per i corsi on line saranno definiti e aggiornati anche sulla base delle iniziative di promozione, diffusione e divulgazione;
> la valorizzazione e la messa a sistema delle migliori competenze presenti all’interno delle amministrazioni. A tal fine saranno effettuate:
- la promozioni di reti tematiche dei semplificatori,  composte da esperti interni e esterni alle amministrazioni, di associazioni di cittadini e imprese e saranno articolate anche a livello regionale (quindi potranno essere potenziate reti regionali già esistenti quali nodi della rete nazionale). Le reti di esperti territoriali / tematiche / settoriali opereranno all’interno e all’esterno dei centri di competenza ed erogheranno servizi di consulenza e affiancamento alle amministrazioni
- la sperimentazione di strumenti e piattaforme di collaboration e knowledge sharing, network di semplificatori, comunità di pratiche, etc. Tali strumenti saranno attivati sviluppando le infrastrutture tecnologiche di FormezPA e costituendo specifiche e specializzate comunità di pratiche;
> la messa a disposizione delle amministrazioni, anche attraverso gli strumenti indicati sopra, di competenze specialistiche su tutte le tematiche collegate all’attuazione della riforma con particolare riferimento alla Conferenza di servizi, alla SCIA, alla modulistica standardizzata, alla gestione delle procedure complesse, alla piena operatività degli Sportelli, etc.

Sperimentazione prototipale, promozione e messa in rete di “Centri di competenza”, reti tematiche di semplificatori, etc.
Verrà effettuata la sperimentazione, promozione, messa in rete di Centri di Competenza e reti tematiche di semplificatori che erogheranno alle amministrazioni regionali e locali servizi di affiancamento e consulenza finalizzati al sostegno all’attuazione delle misure di semplificazione.
I Centri di Competenza costituiranno, ai fini della implementazione delle politiche di semplificazione, vere e proprie delivery unit a livello territoriale col compito di rafforzare la capacità amministrativa attraverso l’erogazione di servizi di affiancamento, con specifico riferimento alla gestione delle procedure complesse, delle conferenze dei servizi, all’operatività degli sportelli unici, etc.
Le iniziative previste riguardano:
a) la realizzazione di attività di sperimentazione in diverse Regioni (o cluster di Regioni), con il pieno coinvolgimento degli Enti Locali, al fine di mettere a punto uno o più modelli prototipali di centri di competenza da diffondere nei vari contesti territoriali;
b) il supporto alle attività di sperimentazione dei Centri di competenza e alle attività finalizzate alla loro diffusione;
c) l’erogazione di attività di supporto rivolte alle Regioni e agli enti locali per la costituzione dei Centri di competenza, realizzate anche attraverso il trasferimento di buone pratiche definite nell’ambito della sperimentazione prototipale e attraverso la messa a disposizione di un pool di esperti interni ed esterni alle amministrazioni;
d) la messa in rete dei diversi centri di competenza;
e) la realizzazione di attività di supporto rivolta alle Regioni e agli enti locali per il rafforzamento delle competenze specialistiche in materia di: SCIA unica; adozione della modulistica standardizzata a livello regionale e locale; standardizzazione delle procedure a livello regionale e locale; gestione delle procedure complesse; operatività sportelli unici.

Monitoraggio e verifica dell’attuazione della Riforma, degli interventi e delle misure di semplificazione previsti nell’Agenda per la semplificazione e dell’operatività degli sportelli, anche ai fini di individuare best practices per il successivo trasferimento.
Verrà implementato il sistema di monitoraggio messo a punto a livello nazionale all’interno del progetto 1 (“Delivery Unit nazionale”) con l’obiettivo di monitorare l’attuazione delle misure e degli interventi di semplificazione nelle amministrazioni regionali e locali e nei vari contesti territoriali.
In particolare verranno effettuati monitoraggi periodici presso campioni particolarmente consistenti di enti e amministrazioni per verificare:
- l’attuazione della SCIA;
- l’attuazione della nuova Conferenza di servizi;
- la standardizzazione delle procedure a livello regionale;
- l’adozione di modulistica standard a livello regionale e locale;
- l’operatività degli sportelli unici per le attività produttive;
- l’operatività degli sportelli unici per l’edilizia.
Particolare attenzione verrà posta nella rilevazione e nell’analisi dei dati relativi sia alle amministrazioni che gestiscono un maggior numero di procedimenti, sia delle amministrazioni in ritardo nell’attuazione degli interventi di semplificazione.

Affiancamento e consulenza
L’attività di affiancamento e consulenza mirata rivolta alle amministrazioni sarà realizzata in presenza e a distanza anche utilizzando le piattaforme collaborative e i network sopra indicati, nonché il trasferimento delle best practices. L’attività di affiancamento e consulenza sarà inoltre erogata sia a singole amministrazioni che a gruppi di amministrazioni anche sulla base dell’esperienza maturata con i Centri di competenza.
Quanto agli oggetti e agli ambiti, l’attività di affiancamento e consulenza verterà prioritariamente su:
- Conferenza di servizi;
- SCIA unica;
- adozione della modulistica standardizzata a livello regionale e locale;
- standardizzazione delle procedure a livello regionale e locale;
- gestione delle procedure complesse;
- operatività degli sportelli unici.
Al fine di agevolare la digitalizzazione della modulistica, una specifica attività di consulenza riguarderà il supporto alla definizione degli schemi, delle strutture dei dati e della formalizzazione dei processi secondo gli standard di interoperabilità.

4) Diffusione/Comunicazione
Le attività consisteranno prevalentemente nell’organizzazione di incontri nelle varie regioni per promuovere le attività del Progetto e diffonderne i risultati e nella elaborazione e pubblicazione di prodotti, notizie materiale informativo sul sito Formez del progetto e del Dipartimento della funzione pubblica.

5) Monitoraggio/Avanzamento
Le attività di questa macroarea sono finalizzate a verificare l’efficacia degli interventi, e il raggiungimento degli obiettivi, anche per avviare eventuali ridefinizioni integrative o correttive delle attività pianificate. Le attività consisteranno anche in:
- redazione di report periodici,
- l’inserimento dei dati di avanzamento delle attività del progetto nei sistemi di monitoraggio del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Le attività si integrano con quelle già realizzate nel precedente ciclo di programmazione nelle Regioni dell’Obiettivo Convergenza all’interno del progetto “Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione”.

Si segnala il sito web Italia Semplice dedicato all’Agenda per la Semplificazione 2015 - 2017.

Nella sezione “EVENTI REALIZZATI DAL PROGETTO” sono inserite le notizie relative alle attività di informazione e formazione, le slide di presentazione degli interventi e il materiale informativo sui temi trattati negli incontri.

Data Inizio: 
06/12/2016
Data Fine: 
31/03/2019
Destinatari: 

Regione, Comune

Ambito Territoriale: 
Responsabile Progetto: